Prevenzione

Settore PREVENZIONE

PANORAMICA generale La risposta della Fondazione
La prevenzione all’uso di sostanze psicoattive è un obiettivo, che chi si occupa di cura e riabilitazione nel campo delle tossicodipendenze, deve affrontare. Nel corso degli ultimi anni sono state molte le iniziative nel campo, ma tutte hanno come filo conduttore l’uscire dalle istituzioni per affrontare il problema sul campo, quindi direttamente sul territorio. La prevenzione, pur essendo attuata su diversi ambiti, ha ormai una sua letteratura che indica l’efficacia sulla base di tre diversi livelli di applicazione: la prevenzione universaleselettiva e indicata. L’universale è indirizzata alla popolazione generale, la selettiva a gruppi e contesti dove sono presenti fattori di rischio, l’indicata a gruppi, contesti o singoli con conclamata problematicità. In ultima analisi appare sempre più un’evidenza scientifica il fatto che la sola informazione non è in grado di modificare i comportamenti, ma accanto a questa va ricerca una relazione significativa con il target. La Fondazione si avvale di progetti e personale che si occupano di prevenzione dal 1997, in particolare il progetto principale, bside, si pone l’obiettivo di prevenire l’uso di sostanze psicoattive illegali, l’abuso alcolico, l’alcol e guida e i comportamenti devianti nei contesti del divertimento giovanile. L’ambito di intervento è la prevenzione selettiva e tramite l’utilizzo di unità mobili è presente nei principali luoghi di divertimento giovanile proponendo momenti di informazione e coscientizzazione con strumenti quali alcoltest, picometro (per i tabagisti), materiale informativo, attività di animazione, peer education e protagonismo giovanile. Questi strumenti sono tutti finalizzati ad instaurare una relazione significativa col target. I territori in cui il progetto interviene sono le quattro ULSS del vicentino: n.3 (Bassano del G.), n.4 (Thiene-Schio), n.5 (Montecchio M.), n.6 (Vicenza) e l’ULSS n.9 di Treviso.
A questo progetto principale, negli anni si sono affiancati altri progetti nelle scuole sia a livello di sostanze che di bullismo, organizzazione di eventi, programmi radiofonici, ricerche territoriali, videointerviste, formazione operatori del divertimento, interventi con gli insegnanti e i genitori, animazione di gruppi di giovani e di bimbi.

progetti che si occupano di PREVENZIONE:

PROGETTO BSIDE


BISOGNO DI AIUTO